Negli ultimi anni trascorriamo molto tempo davanti a uno schermo del pc o dello smartphone e quando la sera finalmente possiamo rilassarci con una buona lettura, ci ritroviamo con gli occhi stanchi e affaticati.

Il problema dell’affaticamento oculare è ormai molto diffuso e può essere un fastidio passeggero e di breve entità o correlato ad altre patologie esistenti: in questo articolo analizzeremo le cause, i sintomi, i rimedi e quando è necessario programmare una visita dall’oculista.

L’affaticamento oculare: le cause

L’affaticamento oculare o astenopia è un disturbo che si presenta ogni volta che gli occhi si stancano troppo a causa di un sovraccarico lavorativo dei muscoli del bulbo oculare.

Per mettere a fuoco gli oggetti è necessario contrarre i muscoli oculari e quando si trascorrono molte ore al pc o si soffre di altre patologie visive, questa contrazione rappresenta un vero e proprio sforzo che sfocia nell’astenopia. L’affaticamento oculare è causato principalmente dall’utilizzo continuativo di dispositivi digitali, ma può insorgere anche quando si guida per molte ore o in caso di esposizione a luci abbaglianti e intermittenti.

I sintomi dell’astenopia

L’astenopia, se non si presenta come un disturbo passeggero, può essere associata ad altre patologie visive come la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia o a difetti della visione binoculare (strabismo, congiuntivite, cheratite, allergie, ecc.). I sintomi principali dell’affaticamento oculare sono:

  • mal di testa;
  • difficoltà di concentrazione;
  • vertigini o perdita del senso di equilibrio;
  • visione doppia o sfocata;
  • aumento della sensibilità alla luce;
  • secchezza oculare o al contrario lacrimazione eccessiva;
  • bruciore e prurito agli occhi;
  • dolore persistente e intenso.

I sintomi sopraelencati possono presentarsi per alcune ore o durare per diversi giorni, nel secondo caso è sempre opportuno consultare uno specialista per valutare la presenza di altre patologie e intervenire tempestivamente per curarle.

Come curare l’astenopia

Come abbiamo sottolineato in precedenza, la frequenza e la durata dei sintomi di astenopia, possono essere il campanello d’allarme per la presenza di altri problemi degli occhi, per questo non bisogna mai attendere troppo tempo e programmare una visita oculistica. Potrebbe trattarsi anche di un semplice difetto della vista non ancora corretto (astigmatismo, miopia, ecc.) e che se trattato potrebbe risolvere l’affaticamento oculare.

Per ridurre l’affaticamento degli occhi, se non sono state riscontrate altre patologie, si possono utilizzare alcuni rimedi come le lacrime artificiali, che permettono di lubrificare costantemente la superficie oculare, o dei semplici occhiali da riposo che defaticano l’occhio dopo ore passate davanti allo schermo di un pc.

Per ridurre l’affaticamento degli occhi, se proprio non è possibile evitare l’utilizzo di dispositivi digitali, è opportuno distanziare lo schermo ad almeno 60 cm dagli occhi e cercare di fare una pausa di almeno 5-10 minuti ogni ora. Per evitare di sforzare troppo i muscoli degli occhi, si possono ottimizzare le impostazioni della luminosità dello schermo, magari abbassandola a toni più scuri e meno accesi o applicando un filtro per la luci blu. Inoltre, si consiglia di posizionare il computer ortogonale alla fonte di luce, in questo modo si eviteranno riverberi o riflessi particolarmente fastidiosi.

Visita Oculistica in Provincia di Lecce

Se hai bisogno di una Visita Oculistica in Provincia di Lecce, puoi prenotarla presso SB Medical, a Corsano, dove potrai avvalerti della competenza e della professionalità dei nostri specialisti, il dottor Antonio Provenzano e il dottor Enrico Rotondo.

Ecco come raggiungerci.