L’ossiuriasi è un’infezione causata dagli ossiuri, vermi parassiti di colore bianco-trasparente.

Il problema si manifesta spesso nelle feci dei bambini. Tuttavia, anche gli adulti possono esserne affetti.

Gli ossiuri colonizzano gli esseri viventi, sia uomini sia animali. Vivono all’interno dell’intestino e sono ben visibili a occhio nudo, arrivando a raggiungere una lunghezza compresa tra i 4 millimetri, nel caso dei maschi, e i 10 millimetri, nel caso delle femmine.

Cause dell’ossiuriasi

In genere, questi parassiti si prendono tramite l’ingestione delle uova. Non a caso, il nome con cui la malattia è conosciuta a livello scientifico è Enterobius vermicularis.

Le uova dapprima si depositano a livello perianale e in seguito vengono espulse tramite le feci.

In linea di massima, l’infestazione si verifica mediante la via feci-mani-bocca oppure attraverso il contatto con oggetti o terreni contaminati.

Attenzione poi quando si scuotono tappeti e lenzuola, in quanto le uova possono essere disperse nell’aria.

Le uova dei vermi ossiuri, solitamente, aderiscono alle unghie dell’individuo infetto e si diffondono successivamente su svariati oggetti oppure superfici.  La loro ingestione può avvenire quando i bambini mettono le mani in bocca.

Una volta che hanno raggiunto l’intestino, dopo circa un mese, si schiudono le uova. Dapprima vengono fuori vermi adulti femmine che vanno a deporre uova nell’orifizio anale.

Le uova degli ossiuri appaiono molto resistenti all’ambiente esterno e possono restare in vita per un lasso di tempo grosso modo pari a tre settimane. Se resistono alle basse temperature, lo stesso non si può dire per quelle elevate.

Vermi ossiuri: come si manifestano

Sintomi comuni dell’ossiuriasi sono:

In caso di ossiuriasi, i bambini, in genere, digrignano i denti quando dormono. Inoltre, può registrarsi il fenomeno dell’enuresi (pipì a letto).

Diagnosi di ossiuriasi

La diagnosi verte in genere attorno a due esami.

Il primo è l’esame parassitologico delle feci, effettuato su tre campioni, raccolti in tre giorni diversi.

Poi vi è lo scotch test, la cui mission di fondo consiste nell’individuare la presenza eventuale dei parassiti mediante l’applicazione di un’apposita striscia di nastro adesivo di colore trasparente nella cavità anale. Uova e parassiti, se presenti, aderiranno. Il test va svolto nelle prime ore del mattino, dopo aver lavato il sedere al bambino.

Vermi ossiuri nei bambini: la cura

Come eliminare i vermi ossiuri?

Tramite una terapia basata su Pirantel Pamoato, Albendazolo e Mebendazolo. Compresse e sciroppi riescono a eliminare i vermi e le uova in un lasso di tempo variabile dagli 11 a 15 giorni.

Come fare prevenzione

Federe, biancheria intima, lenzuola, asciugamani vanno cambiati regolarmente e lavati ad almeno 60°C.

Gli oggetti poi vanno disinfettati e puliti con cura.

È importante che i bambini imparino a non mettere le mani sporche in bocca e che vivano in ambienti puliti.

Visita Gastroenterologica in Provincia di Lecce

È opportuno, qualora si presentino i sintomi sopra indicati, rivolgersi a uno specialista gastroenterologo per indagare le cause alla base della stipsi e procedere con una terapia mirata.

Per prenotare una Visita Gastroenterologica in Provincia di Lecce puoi rivolgerti a SB Medical, a Corsano, dove incontrerai la competenza e la professionalità del dottor Salvatore Tronci.

Ecco come raggiungerci.